Bari per Vico del Gargano, il video di Umberto Sardella per Il Borgo dei Borghi

Il paese dell’amore rappresenta la Puglia per lo scudetto dei Borghi più belli d’Italia

L’attore del Mudù: “Sono stato a Vico, bellissimo paese: da visitare, da non perdere”

comunicato stampa, 21 marzo 2022 – Sindaco del Comune di Vico del Gargano

VICO DEL GARGANO (Fg) – Il 17 aprile, giorno di Pasqua, davanti a 2 milioni di telespettatori, sarà Camila Raznovich, conduttrice su Rai 3 di Kilimangiaro, a svelare quale tra i 20 paesi d’Italia in gara (uno per ogni regione italiana) sarà incoronato come “Il Borgo dei Borghi 2022”. La Puglia, che dalla prima edizione del 2014 non ha mai vinto, è rappresentata da Vico del Gargano, paese del Foggiano di circa 7.500 abitanti posto tra a pochi chilometri dalla Foresta Umbra e dalle sue frazioni balneari di San Menaio e Calenella. Ogni persona può votare una volta al giorno, fino al prossimo 3 aprile, al link https://tinyurl.com/385ermyw. Sui social, si stanno attivando cittadini comuni e personalità del mondo della cultura e dello spettacolo. Anche Umberto Sardella, attore e comico reso famoso in tutta Italia dal Mudù e dai duetti con Uccio De Santis, con un video-selfie ha invitato a votare per Vico del Gargano: “Sono stato a Vico del Gargano, il paese dell’amore”, racconta Sardella nel suo video. “E’ un bellissimo paese, a ridosso della Foresta Umbra e vicino al mare: da visitare, da non perdere. Potete votarlo al Borgo dei Borghi”.

LA PUGLIA DEI BORGHI PIU’ BELLI. La gara cui partecipa Vico del Gargano è riservata ai comuni che si fregiano del riconoscimento de “I Borghi più belli d’Italia”. In Puglia, in 13 appartengono a questo ristretto ‘club’ promosso dall’ANCI: Alberobello, Alberona, Bovino, Cisternino, Locorotondo, Maruggio, Monte Sant’Angelo, Otranto, Pietramontecorvino, Presicce-Acquarica, Roseto Valfortore, Specchia e Vico del Gargano. Il ‘paese dell’amore’, così conosciuto per il suo legame col patrono San Valentino,  nei mesi scorsi, ha superato le preselezioni ed è arrivato in finale per rappresentare l’intera regione. “E’ un onore rappresentare tutta la Puglia”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. La gara è importante, ma lo è ancora di più avere la possibilità attraverso essa di promuovere la Puglia dei borghi”.

LA CARTA D’IDENTITA’ DEL PAESE. Vico del Gargano ha origini medievali: chiese, antichi palazzi, le vie e le piazze del centro storico ricordano la sua antica fondazione. E’ conosciuto anche come “il Paese dell’Amore”: il suo Patrono è San Valentino e, il 14 febbraio, la cittadina vichese si riempie di cuori, arance e limoni, poiché i suoi agrumi, come del resto la gustosissima ‘paposcia’ (il suo tipico panfocaccia) sono presidi Slow Food. Oltre agli agrumi, il patrimonio agroalimentare vichese è arricchito dall’olio extravergine d’oliva, prodotto da ulivi meravigliosi e frantoi di grande tradizione. Visitare Vico del Gargano è un’esperienza emozionante tutto l’anno, anche durante i tradizionali e suggestivi riti della Settimana Santa, con le processioni delle confraternite, i canti, la grande partecipazione popolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.