CIA Salento da Prefetto e Provincia: “La nostra agricoltura rischia di scomparire”

Documento di richieste e proposte al Prefetto Maria Rosaria Trio e al vicepresidente Antonio Leo

comunicato stampa, martedì 5 luglio 2022

LECCE – CIA Agricoltori Italiani Salento, lunedì 4 luglio, ha incontrato i rappresentanti di Prefettura e Provincia di Lecce. Una delegazione dell’associazione degli agricoltori ha consegnato un documento di richieste e proposte al prefetto Maria Rosaria Trio e alla viceprefetto Beatrice Mariano. L’obiettivo è quello di affrontare strutturalmente i problemi che stanno affossando il comparto primario salentino. All’incontro erano presenti il presidente di CIA Salento Benedetto Accogli, la direttrice provinciale dell’organizzazione Emanuela Longo e alcuni imprenditori titolari di aziende agricole salentine.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della mobilitazione regionale di CIA Puglia, i cui motivi sono stati illustrati alcuni giorni fa alla presenza di parlamentari e consiglieri regionali pugliesi.

Dopo l’incontro in Prefettura, la stessa delegazione è stata ricevuta dal vicepresidente della Provincia, Antonio Leo, delegato dal presidente.

Durante il confronto, è stata ribadita la necessità di dare un supporto concreto alle aziende agricole stremate dalle criticità che stanno colpendo l’intero settore.

CIA chiede a tutte le autorità e agli organi competenti risorse economiche e umane sufficienti per poter garantire la sopravvivenza delle aziende.

La questione Xylella resta centrale. Purtroppo, le imprese che hanno proceduto al reimpianto dovranno affrontare anni difficili, a causa della mancata produzione e del relativo mancato guadagno. È necessario, pertanto, che tutti gli organi politici, ognuno per le sue competenze, diano una mano a mantenere in piedi un settore vitale ma che sarebbe destinato a scomparire senza il necessario sostegno.

Tra i temi affrontati anche l’emergenza della siccità che sta mettendo a dura prova i nuovi impianti. Servono risorse e aiuti di qualsiasi tipo e natura per impedire una catastrofe ambientale e sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.