Enrico Pennacchio: Parola d’ordine: abbattimento delle barriere architettoniche.

COMUNICATO STAMPA- RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La città di San Severo si proietta ad essere più accogliente per le persone con disabilità e con difficoltà motorie. Da pochi giorni, sono infatti partiti i lavori di riqualificazione urbana straordinaria dei marciapiedi del di via Minuziano, nel tratto incluso tra l’incrocio con via Daunia e l’incrocio con via Soccorso. I lavori si terranno su entrambe le banchine ai lati della strada. “Per San Severo è un momento speciale: non si tratta solo di una semplice riqualificazione che renderà sì più bella una delle strade più importanti della città. L’intento principale è rendere fruibile la via soprattutto ai disabili e a chi ha difficoltà motorie, ovvero a chi si muove su carrozzina, attraverso la realizzazione di apposite rampe, come previsto dalle normative vigenti”, dichiara Enrico Pennacchio, vice presidente del Consiglio Comunale e presidente di Uniti per San Severo APS. “Ho portato in IV Commissione Consiliare Socio-Sanitaria la proposta di abbattimento delle barriere architettoniche. Subito dopo l’approvazione, il tutto è stato sottoposto all’attenzione dell’assessore Luigi Montorio, che ha dimostrato da subito grande sensibilità nell’abbracciare e supportare la mia proposta: una delle più belle passeggiate cittadine diverrà finalmente inclusiva. Certo, c’è tantissimo da fare, ma abbiamo posto un tassello importante a favore delle persone che sono costrette a muoversi su una carrozzina od hanno una qualsiasi disabilità”. I lavori prevedono non solo il rifacimento della pavimentazione e l’abbattimento delle barriere architettoniche, ma anche la piantumazione di alberi. “Al momento, sono state già piantumate un paio di piante che già rendono la strada più bella e piacevole: il Comune provvederà, in futuro, ad abbellire ulteriormente la via con altri essenze arboree”. Non solo strade. Ben presto, anche gli uffici comunali di Palazzo Celestini, sede del Comune di San Severo, saranno facilmente accessibili a tutti i cittadini grazie all’installazione di un ascensore che sarà montato all’interno del cortile. “Non è possibile che ad oggi il centro amministrativo e politico cittadino non sia accessibile ai disabili: presto, partiranno i lavori per mettere un ascensore che finalmente consentirà a chiunque di accedere agli uffici comunali, senza problema alcuno – dichiara un entusiasta Enrico Pennacchio, promotore dell’iniziativa, che conclude – una città può definirsi civile solo quando tutti i cittadini avranno le stesse possibilità di accessibilità: su questo, il mio impegno sarà costante e continuativo, nessuno deve rimanere indietro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.