A San Severo troppe barriere.

Di Ciro C. Pistillo

Oggi ho avuto il piacere e l’onore di conoscere Martina. Ragazza di San Severo che studia a Verona da 3 anni.
Io e Martina ci siamo conosciuti virtualmente due anni fa.
Mi scrisse un bellissimo messaggio in merito al docu-video che ho realizzato in compagnia di un ragazzo disabile. Avevano mostrato come sia praticamente impossibile accedere al parco cittadino Baden Powell. Per non parlare di tutto il resto. Da allora nulla è cambiato.
Insieme abbiamo affrontato varie tematiche. Sono tantissimi i problemi che vive sulla propria pelle una persona disabile.
San Severo ha bisogno di un piano completo di ristrutturazione delle vie cittadine in grado di dare la possibilità a TUTTI di poter uscire a farsi una passeggiata, andare in un pub, al negozio di alimentari, al bar, senza chiedere necessariamente l’aiuto di una seconda persona.
Un altro importante aspetto è l’assenza di senso civico. Sono molte le persone che non hanno alcun rispetto verso i più fragili. È sopratutto una questione culturale.
Una mentalità sbagliata da sradicare.
Moltissime le barriere architettoniche da ABBATTERE, soprattutto quelle mentali.
Sarebbe davvero bello avere una città accessibile a tutti. San Severo ha bisogno di una scossa in questo senso. Siamo indietro rispetto a tutto e tutti.
Abbiamo tanto da lavorare e da imparare.

Ad ogni modo Martina non si abbatte. Ha una grandissima energia. Ti trasmette positività.
La sua voglia di vivere è contagiosa.
Questo nostro incontro mi ha arricchito moltissimo dentro. Sono fiero di te. Per me è stato un onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.