Laricchia (M5s) : la #Scuola non è un mercato, il DIRITTO ALL’ISTRUZIONE non è negoziabile.

Emiliano non può comportarsi come se..la scuola.. fosse oggetto di trattativa con le famiglie pugliesi.Il pasticcio con le ordinanze di Michele Emiliano è frutto di questo equivoco, che evidentemente aleggia nella sua testa: prima chiude le scuole, poi le riapre perché si accorge che non può chiuderle ma .. attribuisce le responsabilità di portare a scuola i bambini o lasciarli a casa ai genitori, in cambio però cede la giustifica delle assenze (che non è in suo potere!)…..occorre ..una relazione su ciò che la Regione ha fatto per organizzare la SANITÀ e il TRASPORTO LOCALE per l’inizio del nuovo anno scolastico: … informazioni sull’utilizzo dei soldi pubblici a disposizione della Puglia (510 milioni di euro stanziati per le scuole pugliesi, tra fondi per l’edilizia e risorse per l’emergenza)..Basta chiacchiere e giochetti, è ora di lavorare! I giovani non possono subire così tanto, le famiglie non possono soffrire certi disagi che in altre parti d’Italia, governate meglio, sono soltanto un brutto ricordo della primavera 2020.

”(post di Antonella Laricchia- M5S)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.