San Severo, Confesercenti dice “no” all’isola pedonale in via Solis. “Ci fu già una prova disastrosa ”

Confesercenti San Severo ricorda che, già in precedenza, è stata al fianco dei commercianti e che la questione è stata oggetto di vicissitudini avutesi con la precedente amministrazione comunale che hanno portato ad un rifiuto da parte della categoria degli operatori. In quella occasione una raccolta firme di tutti i commercianti pose fine ad una lunga diatriba iniziata nel dicembre del 2016 con a termine la necessità di riaprire al traffico (dopo diversi giorni di “sperimentazione”) via Solis e corso Garibaldi. Già in quella occasione la risposta commerciale fu chiara e forte con un perentorio “no” a un a soluzione che a San Severo non ha ragione di esistere per la orografia urbana e per le conseguenze ancora più nefasta per il centro storico già abbandonato da anni e ormai regno di spacciatori e nullafacenti. Soluzione mal digerita dagli operatori anche durante l’ultimo “shopping natalizio” per via del basso numero di presenze.

Oggi si torna sull’argomento con molta leggerezza e soprattutto senza aver consultato le associazioni e gli operatori di quella via, si tenta di sperimentare qualcosa in un periodo in cui quello che si deve ancora ritrovare è la “NORMALITA’”. L’equilibrio commerciale di una città, di una via del centro come in questo caso, si determina “naturalmente” nel corso degli anni con un adeguamento strategico spontaneo. Le attività nascono, si insediano, si ricollocano naturalmente nel corso del tempo trovando un equilibrio commerciale che si avvicina alla perfezione in maniera del tutto naturale e con il passare del tempo.

Qualsiasi evento esogeno che viene inserito o sperimentato in un contesto commerciale può alterare l’equilibrio di un intero comparto determinando variazioni ad uno sperato eventuale flusso commerciale dei giorni futuri. Senza dimenticare che la sperimentazione di qualche anno fa ha dato già risultati negativi. L’idea di sperimentazione si dovrebbe effettuare sulle zone pedonali già esistenti (nella nostra città c’è un intero centro storico) cercando di rivitalizzarle e di renderle attraenti e poi eventualmente trasferire l’eventuale successo su altra zona. Così come riteniamo un falso problema il traffico veicolare. Già nelle fasi di sperimentazione il traffico si è riversato sulle altre vie e, in maniera molto confusa, si dirigeva in altre zone della città generando minori flussi su via Solis.

(fonte : immediato.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.